LA MEDICINA NEL 1900

STORIA DELLA MEDICINA

LA MEDICINA NEL 1900

Nel XX secolo molte malattie infettive sono state sconfitte tramite lo sviluppo di vaccini e antibiotici, e con il miglioramento delle condizioni di vita. Il cancro e altre malattie non infettive, invece, sono oggi maggiormente diffuse di un tempo; parallelamente, anche la messa a punto di terapie efficaci contro tali patologie è andata sviluppandosi. Nel XX secolo, inoltre, è stata avviata la ricerca di base sui meccanismi alla base dei fenomeni biologici; in molti settori sono state effettuate scoperte importanti, soprattutto per quanto riguarda la base della trasmissione delle caratteristiche ereditarie e i meccanismi chimici e fisici delle funzioni cerebrali.

Alla fine dell’800 la chirurgia aveva ormai fatto passi da gigante, infatti si avevano le conoscenze anatomiche, veniva effettuata l’anestesia, c’era il concetto di asepsi, però mancava ancora una componente importante: la monitorizzazione delle condizioni del paziente durante l’intervento chirurgico. Infatti quando il chirurgo operava un paziente sotto anestesia non si accorgeva se esso stava per morire o meno.

In quel periodo però, (fine ‘800) l’umanità era flagellata da diverse malattie infettive:

La Febbre Gialla

La malaria

La Pellagra: sebbene non fosse ancora stata scoperta l’esistenza delle vitamine si cominciava a capire che alla base di questa malattia descritta da Francesco Frapolli nel 1771 e molto diffusa nella pianura lombardo-veneta, c’era un qualche fattore collegato con la monodieta a base di mais. La malattia, che dava gravi complicazioni a carico del sistema nervoso, venne debellata quando si introdusse un’alimentazione variata, contenente le vitamine necessarie.

“L’ Anemia dei minatori“: questa malattia (chiamata anche anemia del Gottardo) colpì molti lavoratori impegnati nella costruzione di grandi opere pubbliche di fine secolo (per esempio il Traforo del San Bernardo). Essa è dovuta ad un parassita ematofago del genere Anchylostoma (scoperto da Angelo Dubini, 1813-1902) che si sviliuppa negli ambienti caldo umidi e penetra nell’organismo attraverso la cute dei piedi di soggetti scalzi. La malattia era molto diffusa anche nel Sud degli USA dove veniva chiamata “malattia del verme uncino”.

La poliomielite anteriore acuta dava conseguenze terribili, infatti a causa della distruzione dei motoneuroni alfa midollari si aveva paralisi flaccida, atrofia del tessuto muscolare, sostituzione di questo con connettivo e sviluppo osseo problematico. Questa malattia fu debellata grazie al vaccino messo a punto (con germi uccisi) da Jonas Edward Salk (1914-1995) in America nel 1955, dieci anni dopo la morte del Presidente Roosvelt che era stato affetto da poliomielite; questo fu subito usato su larga scala, però diede delle gravi complicazioni, perché alcune partite di germi non furono uccise e, una volta iniettate, causarono la poliomielite.

 

Intervento chirurgico inizi ‘900

 

 

Successivamente Albert Bruce Sabin (1906-1993) introdusse la vaccinazione per via orale (in Italia fu introdotta all’inizio degli anni ’70). Questo vaccino è allestito con un ceppo vivo attenuato che si impianta nella mucosa intestinale dove replica, ma avendo perso il neurotropismo non dà complicanze nervose. Oggi, tuttavia, si usano entrambi i vaccini. Sabin inoltre, insieme a Feldmann, ha brevettato il Dye test per la toxolplasmosi,infezione veicolato dal gatto.   

SCIPIONE RIVA-ROCCI

Colui che inventò l’apparecchio per monitorare il paziente fu Scipione Riva-Rocci (1863-1937) (allievo di Carlo Forlanini, 1847-1918), che nel 1896, utilizzando semplici oggetti (un calamaio, del mercurio, un tubo di biciclette), mise a punto un apparecchio che, per le sue piccole dimensioni, poteva entrare in sala operatoria o nelle guardie mediche; infatti, erano già stati inventati degli strumenti che misuravano la pressione sanguigna, ma erano molto ingombranti e difficili da usare. L’uso dello sfigmomanometro fu poi perfezionato utilizzando l’auscultazione dei toni cardiaci scoperti dal russo Nicolaj Sergievich Korotkov (1874-1920) : fu così possibile misurare anche la pressione arteriosa minima. Lo sfigmomanometro di Riva-Rocci incuriosì Harvey Cushing (1869-1939), famoso neurochirurgo americano, che venne in Italia appositamente per vederlo e poterlo introdurre nelle sale operatorie. Cushing portò lo sfigmomanometro in America e da lì si diffuse in tutto il mondo; chiaramente fu poi perfezionato.

WILHELM KONRAD ROENTGEN

Nel 1895 il fisico tedesco Wilhelm Konrad Roentgen (Remscheid 1845-Monaco di Baviera 1913) scoprì casualmente che i raggi emanati da un tubo catodico potevano attraversare lo scheletro e impressionare una lastra fotografica: in questo modo nasce la radiologia (la prima radiografia da lui fatta nel 1895 della mano della moglie, Hand mit Ringen, fece il giro del mondo). Naturalmente l’uso smodato dei raggi X (che Roentgen chiamò “X”, in quanto sconosciuti), senza nessuna protezione ebbe gravi conseguenze nei medici che li adoperarono senza conoscerne gli effetti lesivi (i radiologi morirono di radiodermite o di tumore). Per questa scoperta, Röntgen ricevette il primo Premio Nobel per la fisica nel 1901. Un grande progresso nella radiografia si ottenne successivamente grazie all’americano Walter Canon (1871-1945) che introdusse l’uso dei mezzi di contrasto che permettevano di visualizzare organi altrimenti invisibili. Poi, gradualmente, vennero messe a punto nuove tecniche come l’ecografia (che utilizza gli ultrasuoni) cui seguirono la TAC e la Risonanza magnetica.

FRITZ RICHARD SCHAUDINN

Nel 1905 fu identificato dal tedesco Fritz Richard Schaudinn (Röseningken 1871-Amburgo 1906) microbiologo tedesco, in collaborazione con il dermatologo Paul Erich Hoffmann, il Treponema Pallidum, agente eziologico della sifilide, malattia allora diffusissima; e questa fu una scoperta epocale.

Alcuni anni dopo (1910) un bravissimo batteriologo, Paul Ehrlich (1854-1915), mise a punto per la prima volta un farmaco di sintesi (chemioterapico) capace di aggredire un germe: appunto il germe della sifilide. Egli si era reso conto che certi coloranti si legavano ai batteri, per cui pensò di trovare qualche sostanza che si legasse ai batteri e li uccidesse. Provò 606 composti e proprio l’ultimo di questi, a base di arsenico, si dimostrò efficace: lo chiamò Salvarsan. Essendo tossico fu poi sostituito dal Neosalvarsan, meno tossico.

ALPHONSE LAVERAN et altri

Un allievo di Pasteur, Alphonse Laveran (1945-1922), scoprì l’agente eziologico della malaria cui diede il nome di “oscillatorium malariae” (fu poi chiamato “Plasmodio” dai due malariologi italiani Ettore Marchiafava, 1847-1935, e Angelo Celli, 1857-1914). Walter Reed (1851-1902) invece, scoprì il ruolo di una zanzara nella trasmissione della febbre gialla, mentre Ronald Ross (1857-1932), dimostrò il ciclo della malaria negli uccelli. In realtà chi diede il contributo più importante per capire il ciclo biologico del Plasmodio nell’uomo fu Giovanni Battista Grassi (1854-1925), che identificò il vettore nelle zanzare del genere Anopheles; per motivi politici, tuttavia, il Nobel fu assegnato a Ross.

ALEXANDER FLEMING

Alexander Fleming (1881-1955): nel 1928 a Londra, scopriva il primo antibiotico: la penicillina. Le penicilline sono antibiotici beta-lattamici isolati da prodotti del metabolismo di alcune specie di Penicillium, in particolare Penicillium notatum e Penicillium chrysogenum. Il batteriologo notò che in una piastra che aveva lasciato vicino alla finestra, si erano formate delle aree di inibizione, (contaminate da una muffa), in cui i germi non erano cresciuti. Pensò che ci potesse essere un qualcosa che aveva bloccato la crescita dei microrganismi, chiese quindi ad un collega di analizzare quella piastra e questi vi trovò un fungo; nacque così la penicillina G. Nella prima analisi però sbagliò e, invece del “Penicillum Notatum” (che effettivamente aveva un potere inibente sulla crescita dei batteri) identificò un altro Penicillum, non efficace. Fleming si accorse dell’errore e pubblicò il lavoro sul Penicillum Notatum, che però rimase come una sorta di cura biologica tant’è che in quel periodo l’estratto di Penicillun veniva usato solo per pulire le colture di batteri, non come farmaco. Quando durante la Seconda Guerra Mondiale, fu necessario un farmaco utile per combattere almeno una parte delle numerose infezioni, fu dato l’incarico a Fleming, ad un chimico ebreo di origine tedesca Ernst Boris Chain (1906-1979), ed ad un medico australiano Howard Walter Florey (1898-1968), di far sì che quella sostanza diventasse un farmaco. Vennero impiegati allo scopo ingenti capitali e l’industria americana, spinta dalle necessità belliche, iniziò a produrre, su larga scala, la Penicillina (1941). Divenne però un monopolio degli alleati, per cui per averla, in Italia si doveva pagarla “oro” al mercato nero. La penicillina ha rivoluzionato il mondo della medicina e ha creato una nuova era per la moderna farmacoterapia.

GERHARD DOMAGK

Gerhard Domagk (Łagów 1895-Königsfeld im Schwarzwald 1964): biochimico e medico tedesco, allievo di Paul Erhlich, nel 1935, partendo da un derivato della anilina scoprì il prontosil-rubro, precursore di una classe di chemioterapici: i sulfamidici. Nel 1939 Domagk ottenne il premio Nobel per la Medicina e la fisiologia, ma il governo nazista gli proibì di accettarlo (lo ricevette nel 1947). Qualche tempo dopo, un gruppo di scienziati dell’Istituto Pasteur di Parigi tra cui Federico Nitti (1905-1947) e Daniel Bovet ( 1907-1992), scoprirono il motivo per il quale i sulfamidici funzionavano in vivo e non in vitro (in coltura): per essere attivi infatti era necessario che una parte della molecola venisse sequestrata quando il farmaco entrava nell’organismo. Daniel Bovet, ottenne nel 1957 il premio Nobel per gli studi sugli antistaminici.

SELMAN WAKSMAN

Selman Abraham Wacksman (Pryluky 1888-Woods Hole 1973) biochimico e microbiologo russo naturalizzato statunitense incentrò i suoi studi sulla ricerca di nuovi antibiotici; avvene così nel 1944, alla scoperta della Streptomicina, actinomicina, della clavicina, della streptotricina, della grisina, della neomicina e di altre sostanze. La streptomocina risultò un farmaco efficace contro il Micobatterio tubercolare e anche se tossico è ancora oggi usato. Per queste scoperte venne insignito del Premio Nobel per la medicina nel 1952.

Queste scoperte erano veramente importanti perché allora le malattie infettive decimavano la popolazione, tant’è che le aspettative di vita si aggiravano intorno ai 40 anni. Da qui l’importanza dei sulfamidici che, sebbene un po’ tossici, furono subito prodotti su larga scala, anche perché la molecola di base, l’anilina, era un brevetto internazionale per cui la sua produzione non divenne un monopolio.

KARL LANDSTEINER

Karl Landsteiner (Baden bei Wien 1868-New York 1943): un’altra grande scoperta all’inizio del secolo, importante per la medicina e la chirurgia, fu la scoperta dei gruppi sanguigni ad opera del medico e fisiologo austriaco Karl Landsteiner, nel 1909. Grazie a questi si capì finalmente il meccanismo che rendeva incompatibile il sangue di soggetti diversi e la trasfusione, fu praticata su vasta scala nel coso della prima guerra mondiale, salvando un gran numero di feriti. Perché il sangue è, per definizione, un tessuto, la trasfusione sanguigna si può considerare come il primo innesto di tessuto perfettamente riuscito nella storia della medicina. Questa scoparta gli valse il premio Nobel per la medicina e la fisiologia nel 1930. Nel 1940, Alexander Weiner, scopre il fattore sanguigno Rh che permise di spiegare l’origine della malattia emolitica del neonato (o eritroblastosi fetale).

BEST e  BANTING

Agli inizi del ‘900, alla luce di nuove scoperte, fiorirono molte scienze tra le quali la vitaminologia e soprattutto l’endocrinologia, il cui fondatore fu Charles Edward Brown Sequard (1817-1894). La scoperta più importante in questo campo fu effettuata intorno agli anni venti a Toronto da Charles Herbert Best (1899-1978), Frederick Grant Banting (1891-1941) e John James R. Mac Leod (1876-1935) (gli ultimi due furono per questo insigniti del premio Nobel – 1923);essi scoprirono che il diabete, malattia diffusa e in quel tempo mortale, si poteva curare con l’ insulina, ormone prodotto dal pancreas e da questo estraibile.  Essi inizialmente hanno estratto l’ insulina dal pancreas del cane.

WATSON e CRICK

Scoperta del modello a doppia elica del DNA (James Dewey Watson (1928-2004) e Francis Harry C. Crick 1916-1953).  Per questa scoperta hanno ricevuto il premio Nobel nel 1962. Altra importantissima scoperta fu quella dei mediatori chimici (Julius Axerold, Ulf Svante von Euler, e Bernard Katz).

LINUS KARL PAULING

Linus Carl Pauling (Portland, Oregon 1901-Big Sur 1994) chimico statunitense e padre del legame chimico, scopriva l’ Anemia Drepanocitica (prima malattia molecolare), dovuta alla mutazione di un amminoacido nella catena proteica delle Hb. Ha ricevuto il premio Nobel, per la chimica nel 1954 ed nel 1962 il Nobel per la pace.

GEORGIOS PAPANIKOLAOU

Georges Papanicolau (Kymi 1883– New Jersey 1962) (in Greco Γεώργιος Παπανικολάου) medico greco, pioniere della citologia e della diagnosi precoce del cancro dell’ utero;mise a punto un mezzo per la raccolta e la colorazione degli strisci vaginali (il Pap-test). Grazie a lui la prevenzione dei tumori della cervice uterina fecero “passi da gigante”. Per questa sua fondamentale scoperta gli venne dedicato, nel 1978, un francobollo emesso dalle poste statunitensi.

GREGORY PINKUS

Gregory Pinkus (1903-1967) sperimentò la “pillola“, il contraccettivo orale, che oltre agli indubbi benefici portò, del resto, alla liberalizzazione dei costumi sessuali. All’epoca in cui nacque i contraccettivi erano considerati un crimine in tutto il mondo. Margaret Sanger ( 1879-1966), sesta figlia in una famiglia cattolica di immmigrati irlandesi residente a Corning (New York), all’età di 19 anni, vide la madre, cinquantenne, morire di tubercolosi dopo 11 parti e sette aborti. Diventata infermiera, dedicò la sua vita a rendere legali le pratiche anticoncezionali e a renderle disponibili a tutte le donne. Nel 1914 coniò il termine: “controllo delle nascite” e cominciò subito a fornire alle donne informazioni sugli anticoncezional allora disponibili. Dopo diversi arresti e numerose condanne fondò la Lega Americana per il Controllo delle Nascite e spese i restanti trent’anni della sua vita nel tentativo di rendere disponibile un contraccettivo efficace e sicuro. All’inizio degli anni 50, tuttavia, malgrado le numerose battaglie vinte, Ella non era affatto soddisfatta degli anticoncezionali allora disponibili. Infatti dal 1842, anno in cui in Europa fu inventato il diaframmma e dal 1869, anno dell’introduzione del primo preservativo in gomma, non vi erano stati ulteriori progressi. Era dal 1912 che Margareth Sanger sognava la “pillola magica” in grado di assicurare alle donne una contraccezione economica e sicura. La sua ricerca ebbe termine quando, nel 1951, incontrò Gregory Goodwin Pincus un medico esperto in riproduzione umana che era stato appena espulso dall’Università di Harward per aver pubblicato un libro sula fertilizzazione in vitro di uova di coniglio. Pincus, che era assai interessato al progetto dela Sanger e voglioso di metterlo in atto, era alla ricerca di fondi per poterlo realizzare. Poco dopo, la Sanger gli trovò una finanziatrice nella sua ricca amica Katharine McCormick (1875-1967), una delle prime donne al mondo, in possesso di una laurea in ingegneria. Nella sintesi degli ormoni , Pincus fu aiutato dai chimici Russell Marker and Carl Djerassi, mentre la sperimentazione clinica fu condotta, nell’isola di Portorico, dal medico cattolico John Rock (1890-1984). La loro collaborazione portò, nel 1960, alla realizzazione dell’ Enovid, il primo contraccettivo orale. In Italia il controllo delle nascite venne legalizzato solo nel 1971.

WILLEM EINTHOVEN

Willem Einthoven (Semarang, 1860 – Leida, 1927) fisiologo olandese, inventò, nel 1903, l’ elettrocardiografia (ECG) ossia della registrazione, dell’attività elettrica del cuore che viene rappresentata sotto forma di un tracciato elettrocardiografico, il cui concetto base è il Triangolo di Einthoven. Oggi un esame imancabile nei chek-up di routine.

CHRISTIAAN NEETHLING BARNARD

Negli anni ’60 si inizio anche a parlare di trapianti d’organo. Il pioniere di questi interventi (ai primi del 900) fu uno scienziato francese, trapiantato in America, Alexis Carrel (1873-1944) che riuscì a mantenere vive in piastra cellule umane e poi provò ad effettuare trapianti sugli animali. Il primo trapianto vero e proprio di cuore fu eseguito in Sudafrica nel 1967 da Christiaan Barnard (1922 Beaufort West – Pafo 2001) (trapianto di cuore); i primi da lui effettuati fallirono perché mancava la Ciclosporina (che fu introdotta verso il 1983): si tratta di un farmaco che inducendo immunosoppressione impedisce il rigetto (cioè l’aggressione dell’organo “nuovo” da parte del sistema immunitario del ricevente) per cui quei soggetti sopravvissero solo per poco tempo dopo l’intervento: il 2 dicembre 1967, a Città del Capo, in un’incidente di macchina perde la vita la signora Myrtle Ann Dervall, mentre la figlia Denise, una ragazza di 25 anni, ha le ore contate, a causa delle ferite riportate. In cura al Groote Schuur c’era in quel periodo un droghiere ebreo di 54 anni, Louis Washkansky, che soffriva di diabete e di un’incurabile male cardiaco. Barnard parla con il padre di Denise, che dà il suo consenso per il trapianto. Il primo trapianto di cuore umano al mondo viene effettuato il 3 dicembre 1967: l’operazione è condotta da Christiaan Barnard, assistito dal fratello Marius ed un team di una trentina di persone (nel quale non era presente, come invece erroneamente riportato da innumerevoli pubblicazioni, Hamilton Naki). Dopo 9 ore in sala chirurgica il cuore della defunta Denise Darvall viene impiantato nel corpo di Washkansky e funziona regolarmente. La sensazionale notizia fa il giro del mondo in poche ore: Barnard diventa l’uomo del momento. Passato l’entusiasmo il problema del trapianto diventa adesso l’eventuale rigetto. Dopo una settimana in cui le condizioni di Washkansky sembrano buone il 9 dicembre i globuli bianchi nel sangue diminuiscono, il 15 la diagnosi: polmonite doppia, indotta dai farmaci immunosoppressivi che stava assumendo il paziente. Tra il 17 e il 20 dicembre le condizioni di Washkansky si fanno gravissime, la polmonite non è curabile. [1] La notte del 21 dicembre 1967 Washkansky muore, dopo diciotto giorni dal trapianto. Comunque, nonostante il primo paziente con il cuore di un altro essere umano fosse sopravvissuto poco più di due settimane, l’operazione di Barnard costituisce una pietra miliare per la chirurgia, sopratutto in ottica di allungamento della vita, sostituendo un organo vitale come il cuore.

In Italia: 

il primo trapianto di cuore fu effettuato nel 1985 a Padova da Vincenzo Gallucci (1935-1991) ; il secondo a Pavia, nello stesso mese e nello stesso anno, da Mario Viganò che fece anche il primo trapianto riuscito di cuore-polmone ed il primo impianto di cuore artificiale permanente.

Il primo trapianto di fegato, fu eseguito nel 1967 in Colorado e nel 1982 in Italia da Raffaello Cortesini.

               

                                             Premi Nobel per la medicina

 

Anno

Premi  NOBEL

Nazione

Materia

1901

EMIL ADOLF von BEHRING

 Germania

“per il suo lavoro sulla sieroterapia ed in particolare per l’applicazione contro la difterite

1902

RONALD ROSS

 Regno Unito

“per il suo lavoro sulla malaria con il quale ha dimostrato come questa penetri nell’organismo”

1903

NIELS RYBERG FINSEN

 Danimarca

“in riconoscimento dei contributi resi alla cura delle malattie, soprattutto per quel che riguarda il lupus vulgaris, attraverso radiazioni luminose concentrate” (fototerapia)

1904

IVAN PETROVICH PAVLOV

 Russia

“in riconoscimento del suo lavoro sulla fisiologia della digestione

1905

ROBERT KOCH

 Germania

“per le sue indagini e le sue scoperte sulla tubercolosi

1906

CAMILLO GOLGI

SANTIAGO RAMÓN y CAJAL

 Italia

 Spagna

“in riconoscimento del loro lavoro sulla struttura del sistema nervoso

1907

CHARLES LOUIS ALPHONSE LAVERAN

 Francia

“in riconoscimento del suo lavoro sul ruolo svolto dai protozoi nel provocare malattie”

1908

IĹJA IĹIČ MEČNIKOV

PAUL EHRLICH

 Russia

 Germania

“in riconoscimento del loro lavoro sul sistema immunitario

1909

EMIL THEODOR KOCHER

 Svizzera

“per il suo lavoro sulla fisiologia, la patologia e la chirurgia della ghiandola tiroidea

1910

 

ALBRECHT KOSSEL

 Germania

“in riconoscimento dei contributi resi alla conoscenza della chimica cellulare, attraverso il suo lavoro sulle proteine, comprese le sostanze nucleiche

1911

ALLVAR GULLSTRAND

 Svezia

“per il suo lavoro sui mezzi diottrici dell’occhio

1912

ALEXIS CARREL

 Francia

“in riconoscimento del suo lavoro sulla sutura vascolare e sul trapianto di vasi sanguigni e organi

1913

CHARLES ROBERT RICHET

 Francia

“in riconoscimento del suo lavoro sulla anafilassi

1914

ROBERT BÁRÁNY

 Austria

“per i suoi fondamentali contributi alla conoscenza della fisiologia e della patologia dell’apparato vestibolare

1915

non assegnato

 

 

1916

non assegnato

 

 

1917

non assegnato

 

 

1918

non assegnato

 

 

1919

JULES BORDET

 Belgio

“per le sue scoperte relative al sistema immunitario

1920

SCHACK AUGUST STEENBERG KROGH

 Danimarca

“per le sue scoperte sui meccanismi di regolazione capillare

1921

non assegnato

 

 

1922

ARCHIBALD VIVIAN HILL

 Regno Unito

“per la sua scoperta relativa alla produzione di calore nel muscolo” (fisiologia del muscolo)

1922

OTTO FRITZ MEYERHOF

 Germania

“per la scoperta di un rapporto fisso nel muscolo tra il consumo di ossigeno e il metabolismo dell’acido lattico

 

1923

 

FREDERICK GRANT BANTING

JOHN JAMES RICHARD MACLEOD

 Canada

 Canada /Inghilt.

“per la scoperta dell’insulina

1924  

WILLEM EINTHOVEN

 Paesi Bassi

“per la scoperta del meccanismo dell’elettrocardiogramma

1925

non assegnato

 

 

1926

JOHANNES ANDREAS GRIB FIBIGER

 Danimarca

“per la scoperta del carcinoma da spiroptera

1927

JULIUS WAGNER-JAUREGG

 Austria

“per la scoperta del valore terapeutico dell’inoculazione della malaria nel trattamento della demenza paralitica

1928

 CHARLES JULES HENRI NICOLLE

  Francia

“per il suo lavoro sul tifo

1929

CHRISTIAAN EIJKMAN

  Paesi Bassi

“per la scoperta delle vitamine antineuritiche

1929

FREDERICK GOWLAND HOPKINS

  Regno Unito

“per la scoperta delle vitamine stimolatrici della crescita

1930

KARL LANDSTEINER

  Austria

“per la scoperta dei gruppi sanguigni umani

1931

OTTO HEINRICH WARBURG

 Germania

“per la scoperta della natura e delle modalità di azione degli enzimi respiratori

1932

CHARLES SCOTT SHERRINGTON

EDGAR DOUGLAS ADRIAN

 Regno Unito

 Regno Unito

“per le loro scoperte sulle funzioni dei neuroni” (fisiologia del neurone)

1933

THOMAS HUNT MORGAN

 USA

“per le scoperte sul ruolo svolto dai cromosomi nell’ereditarietà

1934

GEORGE HOYT WHIPPLE

GEORGE RICHARDS MINOT

WILLIAM PARRY MURPHY

 USA

 USA

 USA

“per le loro scoperte sulla terapia con estratti di fegato nei casi di anemia” (terapia dell’ anemia)

1935

HANS SPEMANN

 Germania

“per la scoperta dell’effetto organizzatore nello sviluppo embrionale

1936

HENRY HALLETT DALE

OTTO LOEWI

 Regno Unito

 Austria/German.

“per le loro scoperte sulla trasmissione chimica degli impulsi nervosi

1937

ALBERT SZENT-GYÖRGYI von NAGYRAPOLT

 Ungheria

“per le sue scoperte sui processi di combustione biologica, con particolare riferimento alla vitamina C e alla catalisi dell’acido fumarico

1938

CORNEILLE JEAN FRANÇOISE HEYMANS

 Belgio

“per la scoperta dei meccanismi sinusali e aortici nella regolazione della respirazione

1939

GERHARD DOMAGK

 Germania

“per la scoperta degli effetti antibatterici del prontosil” (sulfamidici)

1940

non assegnato

 

 

1941

non assegnato

 

 

1942

non assegnato

 

 

1943

HENRIK CARL PETER DAM

 Danimarca

“per la scoperta della vitamina K

1943

EDWARD ADELBERT DOISY

 USA

“per la scoperta della formula chimica della vitamina K

1944

JOSEPH ERLANGER

HERBERT SPENCER GASSER

 USA

 USA

“per le loro scoperte sulle funzioni altamente differenziate delle singole fibre nervose

1945

ALEXANDER FLEMING

ERNST BORIS CHAIN

HOWARD WALTER FLOREY

 Regno Unito

 Regno Un./Germ.

 Australia

“per la scoperta della penicillina e dei suoi effetti curativi in molte malattie infettive

1946

HERMANN JOSEPH MULLER

 USA

“per la scoperta dell’induzione di mutazioni da parte dei raggi X” ( effetti delle radiazioni nelle mutazioni)

1947

CARL FERDINAND CORI

GERTY THERESA CORI, nata Radnitz

 USA / Cecoslov.

 USA / Cecoslov.

“per la loro scoperta dei meccanismi di conversione catalitica del glicogeno” (metabolismi del glicogeno)

1947

BERNARDO ALBERTO HOUSSAY

 Argentina

“per la scoperta del ruolo svolto dal lobo anteriore dell’ipofisi nel metabolismo degli zuccheri

1948

PAUL HERMANN MÜLLER

 Svizzera

“per la scoperta dell’alta efficienza del DDT come veleno contro molte specie di artropodi

1949

WALTER RUDOLF HESS

 Svizzera

“per la scoperta dell’organizzazione funzionale del diencefalo

1949

ANTONIO CAETANO De ABREU FREIRE EGAS MONIZ

 Portogallo

“per la scoperta del valore terapeutico delle leucotomie in alcune psicosi

1950

EDWARD CALVIN KENDALL

TADEUSZ REICHSTEIN

PHILIP SHOWALTER HENCH

 USA 

 Svizzera/Polonia

 USA

“per le scoperte sugli ormoni della corteccia surrenalica, la loro struttura e i loro effetti biologici”

1951

MAX THEILER

 Sudafrica

“per le sue scoperte sulla febbre gialla e su come combatterla”

1952

 

SELMAN ABRAHAM WAKSMAN

 USARussia

“per la scoperta della streptomicina, il primo antibiotico efficace contro la tubercolosi

1953

HANS ADOLF KREBS

 Regno Un./Germ.   

“per la scoperta del ciclo dell’acido citrico

1953

FRITZ ALBERT LIPMANN

 USA / Germania

“per la scoperta del coenzima A e della sua importanza come intermediario nel metabolismo

1954

JOHN FRANKLIN ENDERS

THOMAS HUCKLE WELLER

FREDERICK CHAPMAN ROBBINS

 USA

 USA

 USA

“per la loro scoperta della capacità dei virus della poliomielite di crescere in colture di diversi tipi di tessuto”

1955

AXEL HUGO THEODOR THEORELL

 Svezia

“per le scoperte sulla natura e la modalità d’azione degli enzimi ossidativi

1956

ANDRÉ FRÉDÉRIC COURNAND

WERNER FORSSMANN

DICKINSON W. RICHARDS

 USAFrancia

 Germania Ovest

 USA

“per le loro scoperte concernenti il cateterismo cardiaco e le alterazioni patologiche del sistema circolatorio

1957

DANIEL BOVET

 ItaliaSvizzera

“per le sue scoperte in relazione a composti sintetici che inibiscono l’azione di alcune sostanze dell’organismo

1958

GEORGE WELLS BEADLE

EDWARD LAWRIE TATUM

 USA

 USA

“per aver scoperto che i geni agiscono come regolatori di determinati eventi chimici”

1958

JOSHUA LEDERBERG

 USA

“per le scoperte sulla ricombinazione genetica e l’organizzazione del materiale genetico dei batteri

1959

SEVERO OCHOA

ARTHUR KORNBERG

 USASpagna

 USA

“per la loro scoperta dei meccanismi della sintesi biologica dell’acido ribonucleico e dell’acido desossiribonucleico

1960

FRANK MACFARLANE BURNET

PETER BRIAN MEDAWAR

 Australia 

 Regno Unito

“per la scoperta della tolleranza immunologica acquisita

1961

GEORG von BÉKÉSY

 USAUngheria

“per le scoperte dei maccanismi fisici di stimolazione nella coclea

1962

 

FRANCIS HARRY COMPTON CRICK

JAMES DEWEY WATSON

MAURICE HUGH FREDERICK WILKINS

 Regno Unito

 USA     Inghilt/N.Zelanda  

“per le loro scoperte sulla struttura molecolare degli acidi nucleici e l’importanza nel trasferimento dell’informazione genetica nella materia vivente”

1963

JOHN CAREW ECCLES

ALAN LLOYD HODGKIN

ANDREW FIELDING HUXLEY

 Australia 

 Regno Unito

 Regno Unito

“per le loro scoperte sui meccanismi ionici coinvolti nella eccitazione e nell’inibizione delle porzioni centrali e periferiche delle membrane delle cellule nervose

1964

KONRAD BLOCH

FEODOR LYNEN

 USA / Germania

 Germania

“per le loro scoperte sul meccanismo e la regolazione del metabolismo del colesterolo e degli acidi grassi

1965

FRANÇOIS JACOB

ANDRÉ LWOFF

JACQUES MONOD

 Francia 

 Francia

 Francia

“per le loro scoperte sul controllo genetico della sintesi di enzimi e virus

1966

FRANCIS PEYTON ROUS

 USA

“per la scoperta dei virus tumorali

1966

CHARLES B. HUGGINS

 USA

“per le sue scoperte sul trattamento ormonale del carcinoma della prostata

1967

RAGNAR GRANIT

HALDAN KEFFER HARTLINE

GEORGE WALD

 Svezia /Finland.

 USA

 USA

“per le loro scoperte sui processi fisiologici primari e sui processi visivi chimici nell’occhio

1968

ROBERT W. HOLLEY

HAR GOBIND KHORANA

MARSHALL W. NIRENBERG

 USA

 USAIndia

 USA

“per la loro interpretazione del codice genetico e della sua funzione nella sintesi proteica

1969

MAX DELBRÜCK

ALFRED D. HERSHEY

SALVADOR E. LURIA

 USA / Germania

 USA

 USAItalia

“per le loro scoperte sul meccanismo di replicazione e la struttura genetica dei virus

1970

BERNARD KATZ

ULFvon EULER

JULIUS AXELORD

 Regno Unito

 Svezia

 USA

“per le loro scoperte sui mediatori chimici delle terminazioni nervose e sui meccanismi del loro accumulo, e della loro liberazione e inattivazione”

1971

EARL WILBUR SUTHERLAND, Jr.

 USA

“per le sue scoperte sul meccanismo d’azione degli ormoni

1972

GERARD M. EDELMAN

RODNEY ROBERT PORTER

 USA

 Regno Unito

“per le loro scoperte sulla struttura chimica degli anticorpi

1973

KARL von FRISCH

KONRAD LORENZ

NIKOLAAS TINBERGEN

 Germ.Austria

 Austria

 Inghilt/ Ollanda

“per le loro scoperte sull’organizzazione ed evocazione delle forme di comportamento individuale e sociale

1974

ALBERT CLAUDE

CHRISTIAN DE DUVE

GEORGE E. PALADE

 Belgio

 Belgio 

 USARomania

“per le loro scoperte sull’organizzazione strutturale e funzionale della cellula

1975

 

DAVID BALTIMORE

RENATO DULBECCO

HOWARD MARTIN TEMIN

 USA 

 USAItalia

 USA

“per le loro scoperte concernenti le interazioni fra virus tumorali e il materiale genetico della cellula

1976

BARUCH S. BLUMBERG

D. CARLETON GAJDUSEK

 USA 

 USA

“per le loro scoperte riguardanti i meccanismi di origine e diffusione delle malattie infettive

1977

ROGER GUILLEMIN

ANDREW VIKTOR SCHALLY

 USAFrancia

 USAPolonia

“per le loro scoperte sulla produzione degli ormoni proteici dell’encefalo

1977

ROSALYN YALOW

 USA

“per lo sviluppo del dosaggio radioimmunologico degli ormoni proteici

1978

WERNER AEBER

DANIEL NATHANS

HAMILTON O. SMITH

 Svizzera

 USA

 USA

“per la loro scoperta degli enzimi di restrizione e la loro applicazione alle tecniche di genetica molecolare

1979

ALLAN M. CORMACK

GODFREY N. HOUNSFIELD

 USA / Sudafrica

 Regno Unito

“per lo sviluppo della tomografia assiale computerizzata

1980

BARUJ BENACERRAF

JEAN DAUSSET

GEORGE D. SNELL

 USA / Venezuela

 Francia

 USA

“per le loro scoperte su strutture, geneticamente determinate, che sulla superficie cellulare regolano le reazioni immunologiche

1981

ROGER W. SPERRY

 USA

“per le sue scoperte sulla specializzazione funzionale degli emisferi cerebrali

1981

DAVID H. HUBEL

TORSTEN N. WIESEL

 USACanada

 Svezia

“per le loro scoperte sull’elaborazione dell’informazione nel sistema visivo

1982

SUNE BERGSTRÖM

BENGT I. SAMUELSSON

JOHN ROBERT VANE

 Svezia

 Svezia

 Regno Unito

“per le loro scoperte sulle prostaglandine e sostanze biologicamente attive a loro correlate”

1983

BARBARA McCLINTOCK

 USA

“per la sua scoperta degli elementi genetici mobili

1984

NIELS KAJ JERNE

GEORGES J.F. KÖHLER

CÉSAR MILSTEIN

 Danimarca

 Germania

 Argentina/Inghilt.   

“per le loro teorie sulla specificità nello sviluppo e nel controllo del sistema immunitario e la scoperta del principio per la produzione di anticorpi monoclonali

1985

MICHAEL S. BROWN

JOSEPH L. GOLDSTEIN

 USA

 USA

“per le loro scoperte riguardanti la regolazione del metabolismo del colesterolo

1986

 

STANLEY COHEN

RITA LEVI-MONTALCINI

 USA 

 Italia / USA

“per le loro scoperte e l’individuazione di fattori di crescita cellulare

1987

SUSUMU TONEGAWA

 Giappone

“per la scoperta del meccanismo genetico alla base della diversità anticorpale

1988

JAMES W. BLACK

GERTRUDE ELION

GEORGE H. HITCHINGS

 Regno Unito 

 USA

 USA

“per le loro scoperte di principi fondamentali nel trattamento da farmaci

1989

J. MICHAEL BISHOP

HAROLD E. VARMUS

 USA

 USA

“per la loro scoperta dell’origine cellulare degli oncogeni retrovirali

1990

JOSEPH E. MURRAY

E. DONNALL THOMAS

 USA

 USA

“per le scoperte concernenti il trapianto di organi e cellule nel trattamento delle patologie umane”

1991

ERWIN NEHER

BERT SAKMANN

 Germania 

 Germania

“per le loro scoperte sulla funzione dei singoli canali ionici cellulari

1992

EDMOND H. FISCHER

EDWIN G. KREBS

 Svizzera / USA

 USA

“per le scoperte concernenti il ruolo della fosforilazione reversibile delle proteine come meccanismo regolativo”

1993

RICHARD J. ROBERTS

PHILLIP A. SHARP

 Regno Unito 

 USA

“per la scoperta dello splicing dei geni” (i geni possono essere suddivisi in segmenti)

1994

ALFRED G. GILMAN

MARTIN RODBELL

 USA

 USA

“per le scoperte sul ruolo delle proteine G nella trasduzione del segnale nelle cellule

1995

EDWARD B. LEWIS

CHRISTIANE NÜSSLEIN-VOLHARD

ERIC F. WiIESCHAUS

 USA

 Germania 

 USA

“per le scoperte sul controllo genetico delle fasi precoci dello sviluppo embrionale

1996

PETER C. DOHERTY

ROLF M. ZINKERNAGEL

 Australia 

 Svizzera

“per le scoperte sulla specificità dell’immunità cellulo-mediata

1997

STANLEY B. PRUSINER

 USA

“per la sua scoperta dei prioni – un nuovo principio biologico infettivo”

1998

ROBERT F. FURCHGOTT

LOUIS J. IGNARRO

FERID MURAD

 USA 

 USA

 USA

“per le loro scoperte concernenti l’ossido nitrico come molecola di segnale nel sistema cardiovascolare

1999

GÜNTER BLOBEL

 USAGermania

“per la scoperta che le proteine hanno segnali intrinseci che governano il loro trasporto e la loro localizzazione all’interno della cellula

2000

ARVID CARLSSON

PAUL GREENGARD

ERIC R. KANDEL

 Svezia

 USA

 USAAustria

“per le scoperte sulla trasduzione del segnale nel sistema nervoso

2001

LELAND H. HARTWELL

R. TIMOTHY HUNT

PAUL M. NURSE

 USA 

 Regno Unito

 Regno  Unito

“per le scoperte sui fattori chiave della regolazione del ciclo cellulare

2002

SYDNEY BRENNER

H. ROBERT HORVITZ

JOHN E. SULSTON

 Ingh.Sudafrica 

 USA

 Regno Unito

“per le scoperte sulla regolazione genetica dello sviluppo degli organi e sulla morte cellulare programmata

2003

PAUL C. LAUTERBUR

PETER MANSFIELD

 USA

 Regno Unito

“per le loro scoperte sulla risonanza magnetica

2004

 

RICHARD AXEL

LINDA B. BUCK

 USA

 USA

“per le scoperte nel campo dei recettori olfattivi e dell’organizzazione del sistema olfattivo

2005

BARRY J. MARSHALL

J. ROBIN WARREN

 Australia 

 Australia

“per la scoperta del batterio Helicobacter pylori e il suo ruolo nella gastrite e nell’ulcera peptica

2006

ANDREW Z. FIRE

CRAIG C. MELLO

 USA

 USA

“per la scoperta del fenomeno dell’interferenza dell’RNA – silenziamento genico mediante RNA a doppio filamento”

2007

MARIO CAPECCHI

MARTIN EVANS

OLIVER SMITHIES

 USA / Italia 

 Regno Unito 

 USA/ Regno Un.

“per le loro scoperte del principio per introdurre specifici geni nei topi tramite cellule staminali embrionali

2008

HARALD zur HAUSEN

 Germania

“per la sua scoperta che il papillomavirus causa il cancro alla cervice

2008

FRANÇOISE BARRÉ-SINOUSSI

LUC MONTAGNIER

 Francia 

 Francia

“per la loro scoperta del virus dell’immunodeficienza umana

                                               Y°°°°°°°°°°°°°°°°°°°Y

 

     AIKATERINI  KARYDI  ©

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://katrinmed.wordpress.com/2009/03/09/la-medicina-nel-1900/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. INTERESSANTE COME VIENE DISPOSTA.ADATTA PER LA RICERCA CHE CONDUCO PER LA PRESENTAZIONE DELLA TESINA DI SCUOLA MEDIA SUPERIORE.MI CONGRATULO E GRAZIE

  2. Grazie Roberto. Ti auguro che la tua tesina colmi le aspettative dei tuoi insegnanti e l’ approvazione dei tuoi colleghi; ma sopratutto che ti gratifichi del tuo lavoro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: