Contact

katrinmed

katrinmed

Annunci
Pubblicato on 14 febbraio 2009 at 09:34  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://katrinmed.wordpress.com/contact/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Ho letto un breve intervento di Alba Lanz, dove dice che il Dr. Otto Lanz era suo nonno. Ora, Otto Lanz era anche mio nonno (che io non ho mai conosciuto).
    Potreste darmi un recapito di Alba Lanz (ovviamente dopo averne chiesto il consenso all’interessata) per poterla contattare?
    Grazie infinite.
    Saluti.

  2. Purtroppo io non conosco il recapito di Alba Lanz, tuttavia ho comunicato a lei via mail il tuo desiderio di contattarla, inserendo il tuo indirizzo e-mail nonchè l’ indirizzo del tuo sito. Se la sua mail è ancora attiva e lei interessata alle tue dichiarazioni, potrete chiarirvi.

  3. Salve, stavo cercando qualche sito che potesse spiegarmi le procedure medice del 700, ma è abbastanza complicato.

    Ora spiego: io sto spesso in un gioco online molto interessante, dato che si imparano parecchie cose. Il mio personaggio ora è cerusico e dato che siamo a Venezia nel 1762 speravo di trovare qualcosa che potesse aiutarmi a non scrivere fesserie, dato che io non so nulla del campo.

    Speravo di poter chiedere a voi un aiuto.

    Vi ringrazio.

  4. Sarebbe davvero un lavoro interminabile descrivere ogni procedura medico-clinica e chirurgica nelle diverse discipline della scienza medica. In maniera sintetica e generalizzata si può riassumere che la medicina nel 1700 da una parte aveva fatto dei passi fontamentali nella progressione del sapere scientifico e dall’ altra restava ancora molto limitata nell’ applicazione di cure e terapie. Fu un periodo caratterizzato dalla sperimentazione e dall’ applicazione della dissezione onde conoscere l’ “interno” del corpo umano. E’ rinomata in questo senso la Scuola Anatomica Patavina (vedi Morgagni). Entrambe hanno portato alla luce fontamentali scoperte (vedi: “La medicina nel 1700”). Tuttavia le procedure mediche più praticate in quel periodo a livello diagnostico si concentravano soppratutto sull’ esaminazione visiva e olfattiva delle urine, la palpazione dell’ addome e l’ ispezione del colorito del paziente. A livello di cure invece era molto praticato il salasso (prelievo di sangue dal paziente attraverso l’ incisione effettuata con una lancetta) toccasana per moltissime malattie ed i clisteri allo scopo di portare in ordine l’ apparato gastrointestinale. Il salasso tra l’ altro è stato praticato fino il XX sec per trattare l’ ipertensione sanguigna, patologia oggi curata coi farmaci. La farmacologia,a mio avviso una branca indispensabile e fisiologicamente integrante della medicina, era ancora molto “naturale” e si avvaleva di decotti,distillati,essenze,impacchi e unguenti di piante medicinali. Con questi curavano dolore,sintomi,segni. Il corretto dossaggio delle misture preparate, spesso di ricette segrete,definiva l’ effeto terapeutico del farmaco o l’ effeto deleterio del veleno,come accade oggi, del resto. La morfina ad esempio usata come analgesico nel 1800, è tuttora usata nei dolori di origine tumorale e da compressione toracica. L’ orto botanico di Padova era il giardino con la maggiore varietà di piante medicinali coltivate proprio per i medicamenti. Il medico greco Dioscoride è tuttora considerato uno dei medici che più ha lasciato la sua impronta nella scienza medica e nella botanica. Grande conoscitore delle erbe, ha scritto un’ opera di più libri elencando le varie erbe, ed i loro effetti terapeutici.
    La chirurgia si effettuava fin dall’ epoca degli Egizi ma ahimè con grandissime problematiche di emorragie e infezionie e di insopportabili sofferenze arrecate dal dolore in assenza di anestesia o comunque di una anestesia approssimativa. Si effettuavano amputazioni a scopo terapeutico, estrazioni di calcoli renali,estrazioni di denti. Per lo stesso discorso di carenza di emostatici e di antiifettivi e di tecniche di salva-vita, era molto alta la mortalità infantile nonché delle madri. Le piante medicinali e l’ oppio poi, fino allora utilizzati,sono stati soppiantati dall’ avvento dell’ anestesia nei primi dell’ ‘800, che con la scoperta del protossido d’ azoto e l’ etere poi, hanno rivoluzionato la chirurgia. Occorre inoltre ricordare che in quei tempi, anche il concetto della morte non era quello di oggi. L’ esaminazione necroscopica non era accurata quanto lo è oggi,grazie anche ai supporti tecnologici, e puntava soppratutto sulla presenza o meno di pulsazioni e battito cardiaco mentre oggi viene definita morte la cessazione di attività elettrica dell’ encefalo. Infatti,quando in Francia hanno cominciato ad usare la ghigliottina,(anche a Parigi la scuola anatomica era eccellente), hanno notato che dopo la decapitazione, il cuore continuava a battere ancora per qualche secondo. (0ra, qui sarebbe troppo lunga e troppo scientifica e non posso dilungarmi).
    Vorrei infine concludere accennando anche le condizioni socio-economiche di quel tempo. Intanto i chirurghi non erano che pochissimi,per lo più operavano i barbieri e questo fino alla quasi fine del 1800. Le cure mediche e gli interventi poi, non erano a portata di tutti. Chi non era benestante non poteva richiedere il parere e le ricette di un medico e spesso si arrangiava con i classici rimedi del tempo. Questo concetto oggi è del tutto superato e chiunque ha diritto e accesso a diagnosi e cura.

  5. scusate la mia ignoranza… ma qualcuno sa che cosa significhi quella scritta greca sul simbolo del bastone di Esculapio?
    PS. sono un medico… me l’hanno chiesto in reparto e ho fatto una figura barbina …perchè non ne avevo la più pallida idea.

  6. Lorenzo,non c’è medico che non abbia fatto una qualche “bella figura” in corsia, compresi noi. Il simbolo descrive una autentica saggezza: LA VITA ‘E BREVE, MENTRE L’ ARTE ‘E LUNGA (OSSIA DURA NEL TEMPO E SOPRAVVIVE NELLE AVVERSIT’A DATO CHE IPPOCRATE LA CONSIDERA UNA VERA E PROPRIA ARTE);IL TEMPO INFINE ‘E ACUTO,ISONERABILE.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: